Quel che capita

Sono due settimane che tento invano di aggiornare qui, senza riuscirci; la colpa è soprattutto della mia capacità di concentrazione pari a zero attorno alle undici e mezza di sera, orario in cui solitamente decido di mettermi a scrivere.

C’è un nuovo articolo sul Tamarindo, questa volta corredato anche di una mia illustrazione, e ne arriverà un’altra on-line, fra non molto. Nelle prossime settimane ci saranno un paio di appuntamenti con Milano Noir e Giald, una raccolta meravigliosa a cura di Cox 18 e Agenzia X, e sì sì: ci ho messo lo zampino anche lì.

Non mi sto fermando un secondo, spedendo cv o cercando di promuovere le stampe. Oggi ho passato l’intera giornata in studio, a inchiostrare qualsiasi cosa, ( le mie mani nonostante i guanti per esempio ) chiacchierando con mia madre insieme a qualche tazza di té, come dato il lavoro e tanti  blablabla non succedeva da un po’.

Prometto mi sentirete presto; ora vado a letto a dire un paio di preghierine a San Precario.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s